Traslocare con un pianoforte: costi e precauzioni da prendere.

Uno dei problemi più frequenti è la paura di dover traslocare e oggetti di grosse dimensioni e per di più fragili.

Non solo la difficoltà nello spostare magari da una casa all’altra è elevato ma anche il solo portarlo fuori dalla propria dimora può risultare un problema.

Bisogna fare molta attenzione ad ogni minimo spostamento per evitare qualsiasi tipo di urto.

Il Pianoforte avendo una forma non ben precisa ed essendo molto fragile in quanto anche il minimo urto rischia di manomettere tutti gli ingranaggi delicatissimi dello strumento.

Calcolate i rischi

Una volta calcolati i rischi di traslocare con un pianoforte ricordiamo di non trascinare lo strumento di peso, anche avente le ruote è sempre un rischio, non solo per lo strumento.

Ma il rischio è anche per il pavimento e i possibili mobili che lo circondano, ma non solo, il rischio maggiore di spostare uno strumento con queste dimensioni lo hanno le persone che cercano appunto di spostarlo.

Indossate sempre le scarpe antinfortunistiche, le cinghie di sicurezza e i guanti da lavoro per tenere al massimo la vostra sicurezza durante questi trasporti.

Avendo una forma particolare e un peso elevato, fatto senza avere le giuste precauzioni potrebbe causa problemi non poco indifferenti.

Per spostarlo cercate sempre di alleggerire il suo peso con coperte o lenzuola nei punti di appoggio cosi da poterlo far scivolare più facilmente.

Cercate comunque sempre di prestare attenzione.

Ricordate NO AL FAI DA TE 

Mai e poi mai provare a traslocare da soli avendo un pianoforte da spostare.

Potrebbe risultare molto pericoloso quindi chiedete aiuto ad una ditta di traslochi avvisando da prima che possedete uno strumento cosi grande da spostare.

Non preoccupatevi troppo delle dimensioni, dopotutto se è entrato nella vostra casa può tranquillamente uscire.

Spesso strumenti di cosi grandi dimensioni vengono spostati senza essere smontati quindi un modo per farlo uscire dalla vostra casa lo si troverà senza difficoltà.

La stagione è importante!

Se possibile, cercate di traslocare se avete uno strumento simile in primavera o autunno per cercare di evitare troppo l’umidità, infatti è risaputo che soffrono molto le temperature questi strumenti.

Cercate di alleggerirlo quanto possibile.

Qualsiasi pezzo smontabile, toglietelo e mettetelo al sicuro.

Cercate di metterli in un luogo dove siete sicuri di ritrovarlo senza dover perdere troppo tempo.

Una volta alleggerito del tutto peso superfluo cercate di imballarlo a modo.

Non sarà facile, soprattutto se è la vostra prima volta ma ricordate di non fare tutto da soli.

Cercate una ditta di traslochi e fatevi aiutare in questa impresa.

Per spostarlo usate un pianoplan, se viene a mancare questo anche un semplice carrellino con ruote e rampe andrà bene, ma dovrete tenere un attimo di precauzioni in più.

Non fatevi prendere dalla fretta una volta finito il trasloco, in quanto sarà opera vostra doverlo rimontare in modo perfetto.

Quindi armatevi di calma e pazienza e una volta rimontato dovete farlo accordare e magari pulire da uno specialista.

Non sarà facile traslocare con un pianoforte ma non è nemmeno impossibile, dovete semplicemente farvi aiutare e il vostro strumento vi seguirà con voi nella vostra nuova casa.

Le cose che più spesso ci dimentichiamo quando traslochiamo.

Le cose che più spesso ci dimentichiamo quando traslochiamo non sono molte ma sono le principali cause di stress quando avviene uno spostamento organizzato male.

Quando si sta preparando un trasloco, molto spesso ci dimentichiamo un sacco di cose, dalle più utili alle meno utili.

Quello a cui puntiamo oggi con questo articolo è quello di cercare di aiutarvi a perderne il meno possibile.

Che voi siate pronti ad un trasloco fai-da-te oppure ad affidarvi ad una compagnia di traslochi, non cambia il fatto che voi prima di tutti dovete essere pronti da qualche mese prima, con una buona se non ottima scaletta in modo tale da non perdervi nulla per strada.

Si può sbagliare!

Ricordate che siamo umani, perciò dimenticare qualcosa è normalissimo!

Non prendetevela nè con voi nè con nessun’altro.

Dopotutto, tutto ciò che si perde si può anche ritrovare!

Un consiglio iniziale è quello di iniziare a fare una lista delle cose importanti che avete nella casa già da almeno tre o quattro mesi prima.

Questo servirà a voi anche per darvi più sicurezza quando andrete a traslocare.

Quando avviene un trasloco, molte persone dimenticano una parte fondamentale, ovvero gli oggetti da buttare.

Cercate di munirvi da almeno due o tre settimane prima di buste per la spazzatura resistenti.

Infatti il trasloco non è solo spostare oggetti da una casa all’altra ma anche una pulizia degli oggetti che non ci servono più o che abbiamo accumulato negli anni e non ci è mai andato a genio di buttare.

Questo probabilmente è un momento giusto per iniziare a fare spazio per nuovi oggetti e salutare molti di quelli che non usavamo più da tempo.

Anche oggetti da imballaggio fai-da-te come giornali o riviste vecchie non devono mancare poichè potrete usarli per tenere più al sicuro gli oggetti più fragili.

Oggetti indispensabili

Ci sono poi degli oggetti quasi indispensabili che dovete ricordare di portare sempre con voi durante un trasloco come ad esempio :

Coperte

Lenzuola

Asciugamani

Utensili per la cucina

Documenti personali

Medicine

Vestiti per i primi giorni

Sono oggetti di uso comune ma durante lo stress del trasloco sono facilmente dimenticabili dandoli fin troppo per scontato nelle nostre vite.

Anche le lampadine sono un fattore da non ignorare, potreste ritrovarvi in una casa dove siete ancora senza luce in qualche stanza o con delle lampadine mancanti.

Meglio sempre trovarsi pronti per ogni evenienza.

Ricordatevi di mangiare e bere!

Business executives discussing with their colleagues on whiteboard during meeting at office

Altro fattore importantissimo sono acqua e cibo.

Molto spesso le persone intente ad un trasloco, tendono a voler fare tutto nel minor tempo possibile andando addirittura a dimenticarsi di bere e mangiare pur di ridurre il tempo nel trasloco ma questo è un male!

Infatti in questi casi finirete per perdere la concentrazione e dimenticarvi più cose di quanto non potete immaginare.

Ricordatevi sempre di prendervi del tempo per mangiare e riposarvi durante il trasloco o il vostro corpo rischia di stressarsi più del necessario.

Ricorda inoltre di chiedere e informarti dei preventivi per il trasloco da qualche settimana prima, non lasciare nulla all’ultimo momento!

Traslocare non deve essere un peso ne per te ne per l’agenzia e bisogna lasciare il tempo di organizzare il trasloco perfetto, per voi e la vostra famiglia.

Problemi frequenti durante un trasloco.

Ormai si sà, c’è sempre un problema dell’ultimo minuto quando si trasloca, cosi come ci sono dei problemi che sorgono causati dallo stress.

Ma ci sono anche dei problemi che possiamo evitare.

Problemi ricorrenti che se presi di mira fin da subito, possiamo riuscire a risolverli senza nemmeno preoccuparci troppo.

Partiamo dal presupposto che quando organizziamo un trasloco, non dobbiamo mai lasciarci le cose all’ultimo momento.

Dobbiamo sempre pensare almeno con una o due settimane prima per evitare l’insorgere di qualcosa non calcolata.

Non fate sempre tutto da soli

Un primo punto è dettato sicuramente dal voler fare tutto da soli.

Quante volte sarà capitato a più persone di voler provare a traslocare completamente da soli, senza aiuto e magari con una piccola macchina.

Questo è uno degli inizi peggiori per traslocare.

Il trasloco non andrebbe mai effettuato da solo, ci sono tante cose da fare, e una singola persona difficilmente può farle tutte senza aiuto.

O magari ci si accorge dopo che da soli è complicato traslocare.

Oggetti indispensabili : Le scatole

Le scatole.

Ricordatevi di comprare le scatole e gli imballaggi delle giuste dimensioni.

Non basta avere un paio di scatole trovate per strada. Possono servire scatole grandi e scatole piccole in base a ciò che dovete metterci dentro, ma ricordatevi assolutamente di prendere bene le misure quando state traslocare, non lasciate nulla al caso.

Ricordate che in questi casi, un centimetro in più potrebbe farvi lavorare con più facilità.

Per gli imballaggi invece, chiedere informazione a chi è più esperto di voi, soprattutto quando si parla di imballare oggetti di valore, che siano bicchieri, piatti o anche quadri.

Sempre bene tenerli al sicuro da ogni problema.

Ricorda anche di dividere le scatole in modo tale che contengano tutte una cosa diversa.

Ad esempio: Una scatola con i piatti, un’altra con tutti i bicchieri e cosi via.

Questo vi renderà lo sballaggio alla fine del trasloco molto più semplice, soprattutto i primi giorni dove sicuramente non andrete ad aprire tutte le scatole.

Aprendo poche scatole ma con solo il necessario, vi sarà più semplice trovare subito le cose che vi servono nella vostra nuova casa.

Come affrontare i mobili?

I mobili sono spesso uno dei problemi più grandi quando si affronta un trasloco, ma come si può ovviare anche a questo?

Normalmente ci sono due generi di persona:

Chi vuole smontare tutti i mobili della casa e chi per risparmiare tempo vuole portare i mobili senza smontarli.

Per chi vuole smontare i mobili, consigliamo sicuramente di armarsi di pazienza e piccole bustine dove mettere ogni piccola vite o bullone che salta fuori.

Sappiamo molto bene quanto possa essere facile perdere questi piccoli oggetti durante un trasloco ma se ci si attrezza prima, sarà un gioco da ragazzi anche superare questo.

Per il resto come detto precedentemente, misurate bene le scatole dove andrete a riporre i pezzi dei vostri mobili, al fine che abbiano poca liberta di movimento per evitare che sbattano e si ammacchino.

Chi vuole invece portare traslocare senza smontare i mobili, c’è solo una cosa a cui deve pensare.

Le misure delle porte.

Può sembrare una cosa scontata, ma durante lo stress che vive una persona che trasloca può dimenticarsi anche le piccole cose.

Infatti potrebbe essere un problema se durante lo spostamento di un mobile o un divano ci si accorge che non passa da una porta o da un cancello, e rallenterebbe i lavori e aumenterebbe anche lo stress fisico delle persone.

Una volta prese le misure dovete solo vedere se riuscite a far passare i vostri mobili o smontarli.

Ora dovreste essere davvero pronti a traslocare come si deve!