Traslocare con le piante: scopri come evitare sofferenze alle tue piante nel trasloco.

Per tutti gli amanti delle piante, traslocare, e mantenere sempre verdi è in forma le vostre piante, può essere un problema.

Non preoccupatevi, vi spiegheremo come traslocare le vostre piante senza problemi.

Per le piante di piccole dimensioni potrete trasportarle con la vostra macchina. Una volta inseriti i vasi all’interno di una scatola, lasciando la parte superiore aperta, ricordatevi di bloccarli riempiendo gli spazi vuoti con dei fogli di giornale appallottolati.

Chi si chiede come traslocare con le piante deve trovare la massima attenzione, in primo luogo dall’azienda che si occuperà dell’attività di trasferimento insieme alle altre scatole. Tutto inizia da qualche attenzione in più.

Scegli cosa portare nel trasloco

Non tutte le piante saranno presenti nella nuova dimora, ecco perché conviene fare una scelta prima di iniziare qualsiasi operazione. Forse ci sono piante che ormai sono arrivate alla fine della propria vita, per questo è inutile preoccuparsi. Scegli le piante che vuoi traslocare e che faranno parte della nuova casa, le altre puoi eliminarle e buttarle rispettando le regole della differenziata.

Come innaffiare le piante da traslocare

A proposito di acqua, come comportarsi in questi casi? Un trasloco di piccole dimensioni magari all’interno della città ha tempi minimi, quindi non dovrebbero esserci particolari problemi per innaffiare le piante. Un accorgimento potrebbe essere quello di dare acqua la sera e iniziare il trasloco la mattina in modo da poterle trasportare quando la terra è solo umida e non zuppa (quindi difficile da trasportare).

Le piante devono essere imballate?

Molto dipende dalla pianta stessa. Ci sono varietà piccole e semplici da trasportare, come le piante grasse, che possono essere spostate da una casa all’altra semplicemente mettendo i vasi in una cassetta o in una scatola. Varietà più delicate come, ad esempio, le orchidee che hanno gambi lunghi e sottili devono avere il supporto di aste capaci di mantenere fermo il fusto. Ed evitare danni.

Come traslocare con le piante

Qui trovi una serie di consigli per trasferire i tuoi beni nella nuova abitazione. Non sto parlando di oggetti qualsiasi ma di piante e fiori, qualcosa che molti possono considerare semplice contorno da dimenticare nella vecchia casa o da buttare senza remore. In realtà molti vogliono, giustamente, ritrovare le proprie piante nella nuova casa. Per questo è importante trattarle con cura in questa fase.

Le cose che più spesso ci dimentichiamo quando traslochiamo.

Le cose che più spesso ci dimentichiamo quando traslochiamo non sono molte ma sono le principali cause di stress quando avviene uno spostamento organizzato male.

Quando si sta preparando un trasloco, molto spesso ci dimentichiamo un sacco di cose, dalle più utili alle meno utili.

Quello a cui puntiamo oggi con questo articolo è quello di cercare di aiutarvi a perderne il meno possibile.

Che voi siate pronti ad un trasloco fai-da-te oppure ad affidarvi ad una compagnia di traslochi, non cambia il fatto che voi prima di tutti dovete essere pronti da qualche mese prima, con una buona se non ottima scaletta in modo tale da non perdervi nulla per strada.

Si può sbagliare!

Ricordate che siamo umani, perciò dimenticare qualcosa è normalissimo!

Non prendetevela nè con voi nè con nessun’altro.

Dopotutto, tutto ciò che si perde si può anche ritrovare!

Un consiglio iniziale è quello di iniziare a fare una lista delle cose importanti che avete nella casa già da almeno tre o quattro mesi prima.

Questo servirà a voi anche per darvi più sicurezza quando andrete a traslocare.

Quando avviene un trasloco, molte persone dimenticano una parte fondamentale, ovvero gli oggetti da buttare.

Cercate di munirvi da almeno due o tre settimane prima di buste per la spazzatura resistenti.

Infatti il trasloco non è solo spostare oggetti da una casa all’altra ma anche una pulizia degli oggetti che non ci servono più o che abbiamo accumulato negli anni e non ci è mai andato a genio di buttare.

Questo probabilmente è un momento giusto per iniziare a fare spazio per nuovi oggetti e salutare molti di quelli che non usavamo più da tempo.

Anche oggetti da imballaggio fai-da-te come giornali o riviste vecchie non devono mancare poichè potrete usarli per tenere più al sicuro gli oggetti più fragili.

Oggetti indispensabili

Ci sono poi degli oggetti quasi indispensabili che dovete ricordare di portare sempre con voi durante un trasloco come ad esempio :

Coperte

Lenzuola

Asciugamani

Utensili per la cucina

Documenti personali

Medicine

Vestiti per i primi giorni

Sono oggetti di uso comune ma durante lo stress del trasloco sono facilmente dimenticabili dandoli fin troppo per scontato nelle nostre vite.

Anche le lampadine sono un fattore da non ignorare, potreste ritrovarvi in una casa dove siete ancora senza luce in qualche stanza o con delle lampadine mancanti.

Meglio sempre trovarsi pronti per ogni evenienza.

Ricordatevi di mangiare e bere!

Business executives discussing with their colleagues on whiteboard during meeting at office

Altro fattore importantissimo sono acqua e cibo.

Molto spesso le persone intente ad un trasloco, tendono a voler fare tutto nel minor tempo possibile andando addirittura a dimenticarsi di bere e mangiare pur di ridurre il tempo nel trasloco ma questo è un male!

Infatti in questi casi finirete per perdere la concentrazione e dimenticarvi più cose di quanto non potete immaginare.

Ricordatevi sempre di prendervi del tempo per mangiare e riposarvi durante il trasloco o il vostro corpo rischia di stressarsi più del necessario.

Ricorda inoltre di chiedere e informarti dei preventivi per il trasloco da qualche settimana prima, non lasciare nulla all’ultimo momento!

Traslocare non deve essere un peso ne per te ne per l’agenzia e bisogna lasciare il tempo di organizzare il trasloco perfetto, per voi e la vostra famiglia.

Le zone migliori per traslocare a Roma.

Prima o poi capita a tutti di dover affrontare un trasloco.

Può piacere o non piacere ma per i più svariati motivi, ci ritroviamo a dover cambiare casa, che sia per lavoro o per studio ci ritroveremo sempre a dover effettuare un cambio casa.

Quando ci si trasferisce per la prima volta in una città grande come Roma, magari non si è abituati alla frenesia di posti cosi grandi e si può faticare anche nel trovare una zona con negozi e mezzi di trasporto vicini.

Oppure preferite la tranquillità e non vi interessa avere mezzi di trasporto vicini?

C’è una soluzione a tutto!

Roma è davvero una grande e bellissima città, e traslocare in un luogo del genere può anche spaventare se non si è abituati a tutto ciò.

Una cosa fondamentale è scegliere bene la zona del trasloco, che tu sia uno studente e quindi abbia necessità quali: internet veloce, biblioteche o università, o che voi siate una famiglia e quindi con bisogni diversi come: Un supermercato, un parco o il luogo di lavoro vicino a casa.

Roma offre davvero tante soluzioni per ognuno di questi problemi.

Ricordate però che traslocare a Roma non è per nulla semplice.

Cercate di dimenticare l’idea di fare tutto da soli, potrebbe finire per diventare un impresa più grande di voi stessi! Roma infatti ha dei problemi che se affrontati da soli potreste non uscirne più! Pensate solo al traffico che potete dover affrontare per portare anche solo qualche scatola durante il trasloco, oppure ai permessi per il parcheggio per caricare e scaricare la vostra roba!

Il nostro consiglio migliore è quello di rivolgervi ad una ditta che sappia già come comportarsi in caso di trasloco a Roma (come noi!) e questo renderà lo spostamento molto più semplice e meno stressante di quanto voi possiate immaginare!.

Iniziamo a descrivere Roma Sud.

Sicuramente è la parte che risulta più tranquilla della capitale ma troviamo anche aree molto importanti del paese come Casal Palocco e Axa.

Sono collegate in modo ottimale ai mezzi pubblici, quindi per chiunque voglia provare a traslocare in quella zona, non si dovrebbe preoccupare di nulla.

Infatti può trovare parchi e zone verdi curate dove andare con la propria famiglia e evitare molto del traffico che possiamo trovare al centro della capitale.

Al centro di Roma invece troviamo la zona più storica, con zone come il Trastevere e Monteverde.

La parte del Trastevere è probabilmente la più adatta ai giovani, in quanto è proprio li che spesso e volentieri si radunano i ragazzi. 

Molte persone pensano che sia quella la Roma autentica dove si può magiare realmente tipico e dove si trovano anche l’artigianato.

Mentre a Monteverde trovate più semplicemente le ville (o villini) e una tranquillità non indifferente.

Ricordatevi che quasi tutti i quartieri residenziali sono più che sicuri a Roma, partendo da Roma Nord fino a Roma Sud, quindi se vi trovate a scegliere in qualsiasi zona residenziale, non abbiate alcun timore!

Per la zona Nord della capitale vi consigliamo quartieri come i Parioli o Flaminio.

Soprattutto l’ultimo è un ottimo posto dove traslocare in quanto risulta particolarizzato da palazzi e villini, lasciando a chi si trasferisce un ampia scelta sul dove andare a vivere.

Mentre la zona Parioli viene considerata molto semplicemente la zona ”ricca” della capitale, ma è anch’essa piena di zone visitabili e vivibili per una famiglia che vuole traslocare nella capitale.

Forse un pò meno alla mano di uno studente, ma pur sempre una zona sicuramente di interesse per chi vuole vivere a Roma!

Ora che sapete le zone migliori di Roma, non vi è venuta voglia di traslocare con noi